Come massimizzare la durata di un hard disk e prevenire la perdita dei dati

Nonostante la crescita esponenziale delle unità a stato solido (SSD), nel 2023 le unità disco rigido (HDD) sono ancora la tecnologia di archiviazione dominante. Questo perché i dischi rigidi sono più economici e offrono più spazio di archiviazione. Alcuni addetti ai lavori sostengono che ciò va a scapito della durata, ma gli utenti possono prolungare la durata del disco rigido. Scopriamo insieme come.

Fattori che influenzano la durata dell’HDD

La limitazione più significativa di un disco rigido è il fatto che si tratta di un dispositivo di archiviazione meccanico. Sebbene la tecnologia alla base dei dischi rigidi possa essere complessa, il funzionamento dell’HDD è semplice.

I dischi rigidi memorizzano grandi quantità di dati su una pila di piatti magnetici. Il dispositivo è dotato di diverse parti mobili, compreso un braccio attuatore, per posizionare strumenti precisi su posizioni specifiche sui piatti rotanti. Questi strumenti, noti come testine di lettura/scrittura, sono responsabili della registrazione di nuovi dati o del recupero di file salvati.

Dato il loro design compatto, gli HDD hanno un margine di errore quasi pari a zero. La maggior parte dei piatti effettua tra i 5400 e i 7200 giri al minuto. La maggior parte delle testine di lettura/scrittura si trova a meno di 10 nanometri dalla superficie del piatto. Di conseguenza, i componenti sensibili all’interno di un disco rigido sono soggetti a danni dovuti a impatti improvvisi e guasti meccanici dovuti a stress a lungo termine.

Se queste parti mobili si guastano, il disco rigido non funzionerà. Leggi anche

Guarda “Com’è fatto” che ci spiega come funziona un hard disk

Sin dalla loro introduzione, i produttori di sistemi di archiviazione dati hanno sviluppato tecnologie per produrre dischi rigidi più veloci e durevoli e continueranno a farlo. Tuttavia, gli utenti possono comunque mettere in pratica misure per prolungare la vita di un hard disk.

7 passaggi per massimizzare la durata di un hard disk

Seguendo questi passaggi si massimizzerà la durata della vita del disco rigido:

1. Maneggiare con cura

Come accennato, i dischi rigidi interni ed esterni sono vulnerabili a subire danni fisici. Sebbene i moderni dischi rigidi siano più resistenti alle vibrazioni, gli utenti dovrebbero comunque prestare attenzione quando maneggiano gli HDD. Impatti improvvisi potrebbero distruggere componenti delicati o graffiare il piatto, con conseguente perdita di dati.

2. Prevenire sbalzi di tensione

Le fluttuazioni di tensione sono dannose per tutti i dispositivi di archiviazione, compresi i dischi rigidi. Gli sbalzi di tensione si verificano anche se il circuito stampato del disco rigido contiene componenti elettronici che proteggono i processori da correnti elettriche pericolose. Collegare il computer o il dispositivo a un dispositivo di protezione da sovratensione o a un gruppo di continuità per ridurre il rischio di picchi che danneggino il PCB. Inoltre, non spegnere il computer prima di aver completato tutte le procedure. Ciò potrebbe causare la corruzione dei dati. Guarda come abbiamo recuperato i dati da un hard disk con PCB bruciata:

3. Esposizione ambientale

L’esposizione a temperature estreme potrebbe causare il surriscaldamento e il malfunzionamento dell’hdd. I dischi rigidi hanno intervalli di temperatura per un funzionamento sicuro che trovi nella documentazione del produttore in base al modello. I particolati, come la polvere, possono influenzare la ventilazione e la temperatura all’interno del case dell’HDD. Inoltre, sostanze estranee, come i liquidi, potrebbero causare un grave degrado del piatto e corrodere le parti meccaniche.

4. Monitorare i modelli di utilizzo

Gli HDD eccellono nell’archiviazione di raccolte di file di grandi dimensioni, ma faticano rispetto agli SSD per le applicazioni che richiedono prestazioni ad alta velocità, come i giochi. Monitora come viene utilizzato il disco rigido e determina se soddisfa tali esigenze. Altrimenti, valuta la possibilità di integrare l’HDD con un SSD o di moderarne l’utilizzo.

5. Deframmentazione

La deframmentazione è il processo di riorganizzazione dei dati su un disco rigido per archiviarne il contenuto nella più piccola quantità di spazio. Questa pratica porta a un’archiviazione efficiente, che aumenta la velocità dell’HDD, riduce al minimo la generazione di calore e l’usura e riduce la frammentazione dei file.

6. Controlla S.M.A.R.T.

S.M.A.R.T. (Self-Monitoring, Analysis, and Reporting Technology) è uno strumento di monitoraggio all’interno del firmware del disco rigido che analizza vari attributi e segnala lo stato dell’hardware. Con S.M.A.R.T., gli utenti possono prepararsi a guasti prevedibili. Scopri di più nel nostro approfondimento

Cos’è S.M.A.R.T. e come prevenire malfunzionamenti e perdite di dati

7. Esegui backup regolari

Tutti i dispositivi di archiviazione falliscono. È solo questione di tempo. Evitare la perdita di dati in caso di guasto del disco rigido fa parte della massimizzazione del suo utilizzo. È essenziale creare copie regolari dei dati con un disco rigido esterno, usare un servizio di archiviazione cloud o un programma di backup.

Durata di un hard disk

Nonostante le previsioni di obsolescenza, il disco rigido rimane un dispositivo di archiviazione competitivo. Sebbene la durata dei dischi rigidi sia fonte di dibattito, ci sono passaggi che gli utenti possono adottare per prolungare la durata di vita di un disco rigido. Maneggiare i dispositivi con cura, collegarli ad alimentatori protetti da sovratensioni, conservarli in ambienti stabili e monitorarne lo stato di salute e l’utilizzo può contribuire a rendere il disco rigido più durevole e affidabile.

Tuttavia, si verificano ancora guasti imprevedibili e i dati importanti presenti sui nostri hdd possono diventare inaccessibili.

In tali circostanze, un servizio di recupero dati professionale è il metodo più affidabile per ripristinare i dati persi.

Nel corso del tempo, i tecnici di Italia Assistance hanno affrontato ogni scenario di perdita di dati, recuperato miliardi di file e mantenuto un tasso di successo davvero alto. Effettuiamo interventi di recupero dati su HDD, SSD, smartphone, memory card e altri dispositivi di storage, con i prezzi più competitivi del mercato.

Se hai dati importanti da recuperare, affidali a noi: contatta il nostro team compilando il modulo, scrivendoci all’indirizzo info@italyassistance.it o telefonando al numero 0828 1842949.

Leggi anche
Qual è la durata di vita di un hard disk?

Anche il più funzionale e professionale degli hard disk è destinato a rompersi. Per questo occorre capire quanto dura mediamente un hdd e come prevenire guasti e perdita dei dati.

5 motivi per cui l’hard disk fa rumore e cosa fare

Quella serie di clic che emette un hard disk indica che è irrimediabilmente compromesso, è solo questione di tempo. Ecco come comportarsi per scongiurare la perdita di dati importanti.

Recupero dati sicuro e veloce a partire da € 299

Con un team di tecnici specializzati, tecnologie avanzate ed esperienza nel settore, riusciamo a fornire un recupero dati sicuro e conveniente. Richiedi una valutazione gratuita.

INVIA RICHIESTA