Come far lavorare al meglio il tuo hard disk ed evitare guasti

Gli hard disk sono i dispositivi di archiviazione dati per eccellenza: che siano presenti nel computer o siano unità esterne, ad essi è affidata spesso anche la fase di backup delle informazioni.

Anche se i dispositivi di storage attuali diventano sempre più capienti ed affidabili, progettati per durare e resistere ad un uso a volte non proprio ortodosso, essi sono sottoposti ad un lavoro spesso molto duro e inevitabilmente finiscono per rompersi nel corso del tempo.

Nonostante questo, ci sono alcuni passaggi che puoi fare per assicurarti che il tuo hard disk duri il più a lungo possibile. In molti casi, i produttori forniscono consigli specifici riguardo ai propri dispositivi che dovrebbero essere seguiti per aiutare il tuo disco rigido a rimanere funzionante ed efficiente nel corso del tempo. Se per qualche motivo non riesci a trovare questi consigli, ecco alcune buone abitudini di base che puoi adottare per mantenere efficiente il tuo hard disk ed evitare che si guasti prematuramente.

Deframmentare regolarmente

Gli hard disk – memorizzando le informazioni – spesso creano, spostano e rimuovono i dati. I dati che vengono spostati possono creare diversi tipi di frammentazione: in questo scenario il disco lavora con minore efficienza. I programmi di deframmentazione sono installati su ogni PC, vengono utilizzati per aiutare a consolidare e prevenire la frammentazione dei dati su un disco rigido. L’esecuzione di un processo di deframmentazione farà funzionare meno il disco rigido. Molti computer prevedono già la pianificazione di di operazioni di deframmentazione con regolarità, ma è sempre bene controllarlo e assicurarsi che sia in esecuzione.

Gestione energetica

La gestione dell’alimentazione è particolarmente importante per mantenere in salute un hard disk. Sebbene sia abbastanza comune tenere sempre acceso il computer o il laptop, sappiamo che durante la fase di sospensione (quando il computer va in Stop) avviene qualcosa che non riguarda il contenimento dei dei costi energetici: consente all’hard disk di riposare, un modo molto semplice per allungargli la vita.

Un’altra considerazione importante per la gestione dell’alimentazione è il modo in cui si alimenta il computer. Assicurarsi di disporre di una fonte di alimentazione ininterrotta aiuterà il disco rigido a non avere picchi elettrici o perdite di alimentazione. Si consiglia spesso di utilizzare un dispositivo di protezione o un UPS per garantire che l’alimentazione del computer sia stabile e non sia interessata da sovratensioni o perdite di potenza.

Surriscaldamento

Man mano che i nostri computer e dispositivi diventano sempre più mobili, dimentichiamo che gli hard disk sono sensibili alle alte temperature. Mantenere il computer in funzione in un luogo fresco e ben ventilato allungherà la vita del disco rigido. Il nostro consiglio è cercare di tenere computer/disco rigido lontano dalla luce solare diretta e non in uno spazio chiuso, in modo che l’aria possa circolare liberamente. Avere una custodia per il computer creerà temperature più elevate e, senza un buon flusso d’aria, intrappolerà sporco e polvere all’interno.

Maneggiare con cura

Anche se dovrebbe essere ovvio, una corretta gestione del dispositivo influenzerà anche il suo ciclo di vita. Gli hard disk sono dispositivi fragili che vanno gestiti con cura: le cadute accidentali rappresentano una delle principali cause dei danni agli hard disk.

Inoltre, assicurati di spegnere correttamente il computer. Se ti limiti a “staccare la spina” troppo spesso, potresti anche ridurre la durata del tuo disco rigido. Stessa cosa per gli hdd esterni, gli spegnimenti improvvisi a lungo andare provocano danni, tra questi la perdita dei dati.

Quando tutto questo non basta

Sfortunatamente, tutti i dispositivi hanno una data di scadenza e i suggerimenti di base che ti abbiamo appena dato ti aiuteranno solo a spostare più in là quella scadenza. Se il tuo hard disk smette di funzionare e vuoi recuperare i dati in esso contenuto, non affidarti a soluzioni fai-da-te, affidati a specialisti del data recovery.

Noi di Italia Assistance effettuiamo interventi di recupero dati su HDD, SSD, smartphone, memory card e altri dispositivi di storage, con i prezzi più competitivi del mercato.

Ecco come funziona: ritiriamo gratuitamente a domicilio il dispositivo danneggiato. Una volta giunto presso il nostro laboratorio, il supporto di memoria viene sottoposto ad un’analisi approfondita grazie alla quale potrai sapere in anticipo quali e quanti dati sarà possibile recuperare dal tuo dispositivo.

Solo dopo aver ricevuto questa valutazione, potrai decidere se accettare o meno il preventivo.

Se hai dati importanti da recuperare, affidali a noi di Italia Assistance: contatta il nostro team compilando il modulo, scrivendoci all’indirizzo info@italyassistance.it o telefonando al numero 0828 671007.

Leggi anche
Utilizzare il cloud per il backup dei dati: pro e contro

L’archiviazione su cloud è un ottimo modo per condividere informazioni tra colleghi e un modo molto economico per archiviare i dati, ma è necessario essere sempre consapevoli dei pericoli che potrebbero derivarne.

Si possono recuperare i dati da un hard disk formattato?

Dopo la formattazione, i dati mancanti possono essere recuperati a seconda del tipo di formato utilizzato. Un intervento professionale e immediato è la migliore chance per il recupero dei dati. Ecco perché

Recupero dati sicuro e veloce a partire da € 299

Con un team di tecnici specializzati, tecnologie avanzate ed esperienza nel settore, riusciamo a fornire un recupero dati sicuro e conveniente. Richiedi una valutazione gratuita.

INVIA RICHIESTA