Recuperare dati RAID: procedure per il ripristino dei dati persi

Un RAID è una struttura in cui gli hard disk (almeno due, ma anche diverse decine) vengono utilizzati in modo combinato. Nato come sistema destinato ai professionisti ed in generale ai datacenter, nel corso degli anni questa tecnologia è arrivata anche ai consumer, dato da un lato l’abbassamento generale del costo per gigabyte degli hard disk, dall’altro il ribasso dei prezzi per i sistemi che “utilizzano” il RAID. In ambito consumer e soho, ad esempio, è una tecnologia usata principalmente nei NAS.

Il recupero dei dati da RAID è molto più difficile del ripristino di un singolo disco rigido e dovrebbe essere effettuato solo da uno specialista qualificato, in ambienti specializzati come il nostro laboratorio di recupero dati.

Il RAID combina due o più dischi in un insieme, chiamato array, e si usa principalmente per tre motivazioni: aumentare lo spazio di archiviazione, migliorare le prestazioni o creare una copia di sicurezza dei dati. Generalmente si usano gli hard disk magnetici tradizionali, ma si può fare anche con gli SSD se il costo-per-gigabyte lo permette. A seconda delle necessità, si utilizza quindi un tipo di configurazione diversa che è identificata con un numero. Difatti, anche in un NAS domestico o soho, è possibile leggere un numero accanto alla parola RAID: troveremo infatti RAID 0, RAID 1, RAID 5, e via dicendo. Questo numero, indica come gli hard disk del RAID sono combinati fra loro: ad esempio un RAID 0 “unisce” due hard disk come se fosse uno solo per ottenere performance maggiori. Quello che non cambia è che i produttori di NAS, SAN o server impostano i controlli interni dei loro sistemi in diverse configurazioni che quasi sempre sono proprietarie, quindi non vengono divulgate o condivise con le società di recupero dati.

Ecco perché gli ingegneri di recupero dati RAID devono essere davvero preparati tanto da essere in grado di scrivere programmi di ripristino per ciascuna operazione di recupero dati.

Il primo passaggio nel processo di recupero dei dati RAID consiste nel copiare i dati delle unità su un server o su un altro disco rigido in modo che il set di dati possa essere ri-assemblato.

Ogni procedura di ripristino è unica e varia a seconda del tipo di livello del RAID.

Ad esempio, quando ci troviamo di fronte ad un RAID 0, abbiamo a che fare con un array composto da due unità, con i dati divisi esattamente in due sui due hard disk. Poiché non vi è parità in un RAID 0, quindi, le informazioni salvate su un’unità guasta non vengono replicate altrove, il che significa che sarà molto complesso ripristinarle. Questo è il tipo di recupero dati più impegnativo poiché non esiste tolleranza e quindi nessun margine di errore.

Il RAID 1, molto diffuso a livello sia casalingo che server, al contrario, si occupa invece nel replicare esattamente i dati su due unità, ottenendo quindi una completa ridondanza, e di conseguenza massima sicurezza.

Un RAID 5, invece, è composto da tre o più unità ed utilizza un hard disk per conservare i dati di parità: quando un’unità si guasta, è possibile utilizzare un’unità sostitutiva per il ripristino e lo schema di archiviazione può essere ricostruito. Tuttavia, se due unità che fanno parte di un RAID 5 si guastano, il processo di ripristino diventa più difficile.

Cancellazione accidentale dei dati, corruzione del disco, incidenti, sono le cause più frequenti di perdita di dati RAID. Data la natura professionale di queste soluzioni, il recupero dei dati persi ed il ripristino del sistema risultano spesso vitali per imprese ed organizzazioni.

Il recupero dati RAID non è certamente consigliato per i dilettanti, né per i deboli di cuore. Italia Assistance ha recuperato con successo i dati da sistemi RAID e dai dispositivi di archiviazione più diffusi.

Se stai cercando un partner competente ed affidabile per il recupero dei tuoi dati importanti, contatta il nostro team compilando il modulo, scrivendoci all’indirizzo info@italyassistance.it o telefonando al numero 0828 671007.

Leggi anche
Le cose da fare e quelle da non fare per non perdere i propri dati

I guasti hardware e il danneggiamento dei dati possono causare situazioni di forte stress, panico e caos. Si è spesso portati a prendere decisioni sbagliate in un periodo di tempo molto breve. Se sei in un momento come questo, per favore fermati e prenditi un minuto per leggere i nostri consigli.

Recupero dati, facciamo un po’ di chiarezza

Ok, il tuo hard disk ha smesso di funzionare e hai capito che è guasto. Fai una ricerca su Google per “recupero dati” e ti ritrovi ad annegare in un mare di confusione. Facciamo insieme un po’ di chiarezza.

Recupero dati sicuro e veloce a partire da € 249

Con un team di tecnici specializzati, tecnologie avanzate ed esperienza nel settore, riusciamo a fornire un recupero dati sicuro e conveniente. Richiedi una valutazione gratuita.

INVIA RICHIESTA